Rishikesh, India 2019

Questa sadhana è immediata: nel momento del riconoscimento, sei già libero

In questo satsang della stagione di Rishikesh Moojibaba ci invita ad approfondire il nostro riconoscimento, chiarendo la nostra posizione di testimoni di tutti i fenomeni, fuori e dentro di noi. Moojibaba risponde anche alla domanda: “Abbiamo bisogno di un guru? È un problema se abbiamo più di un guru?”

Il satsang culmina in un'indagine potente e diretta: Che cosa percepisce addirittura la funzione della percezione? Chi è il testimone dello stesso osservare?

“Questa sadhana è immediata: nel momento del riconoscimento, sei già libero.”

Musica prima del satsang: “Shiva Nataraj”, “Alone as Everything” e “This One I Call My Father” eseguite al piano da Martin Rixen

Musica dopo il satsang: “Song for Him” composta da Sanoja, eseguita da Sanoja e Martin Rixen