Rishikesh, India 2019

Il Signore ti ha condotto qui per dirti: "Ti amo. Tu sei me stesso"

Moojibaba apre questo satsang con una bella benedizione rivolta alle popolazioni dell'India e del Pakistan, e al mondo intero, di trovare pace e armonia. Ci ricorda che la pace può essere duratura solo se andiamo oltre l'illusione della persona e riconosciamo la nostra natura eterna.

“Svegliatevi! Il satsang non è una sala d'attesa, ma uno spazio di risveglio. Ed è proprio quello che sta succedendo qui a Rishikesh, stiamo vedendo persone che si risvegliano da un sonno dominato dal tempo e dai cambiamenti, dall'ignoranza e dalla morte, e prendono coscienza di essere la consapevolezza senza tempo.

Sono venuto qui per assistervi mentre trascendete tutto, lasciate andare il vostro sé immaginario e riconoscete la vostra realtà.”

~

Musica prima del satsang: improvvisazione al violoncello e "Christ Chapel Prayer" di Lluis Martinez Ten

Musica dopo il satsang: "Om Namah Shivaya" e "Mooji Baba Namo Namah" di Shivaratri Cafe (altri brani di Shivaratri Cafe sono disponibili https://www.shivaratricafe.com)